Storie di confine

“Il confine è una linea che puoi spostare”…scrive questa mattina Silvia…ma guarda un pò il caso.

Sono incappata in questo libro e mi ci sono avventurata. L’idea di confine mi intriga; un dentro e un fuori, un prima e un dopo e tutto quello che può succedere “sul bordo di un’estrema meraviglia” (Paul Valery).

Eh si, il confine è necessario, anche senza essere una gabbia.

Una mia Maestra dice che è sul confine che accadono le cose, che è il limite che attiva le nostre risorse che forse abbiamo dimenticato di avere o che scopriamo per la prima volta. Si.

Mi sono emozionata, sul questo confine, anche se i buoni a volte tardano ad arrivare e non sempre “saranno tutti felici e contenti”.

Fateci un pensiero…

 

15578584_1805047459709671_6360896252515995410_n

6 World Forum per la Pace

“LA GIUSTIZIA SOCIALE”  14 Novembre 2016

Appuntamento straordinario per parlare e far provare ai ragazzi delle scuole un tema importante come la GIUSTIZIA SOCIALE, i diritti e i doveri per una futura cittadinanza responsabile.

Un ringraziamento particolare alla Dott.ssa Margherita Maffeis, all’Associazione Culture Ticino Network, ai volontari bravissimi e agli oltre 350 partecipanti, che insieme alle loro foglie, gireranno per il mondo!.

 

5 World Forum sulla Pace “Donne nel mondo”

Un ringraziamento all’Associazione Culture Ticino Network, alla Dott.sa Margherita Maffeis, a tutti gli operatori e ai volontari, ai bambini a ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori, che hanno permesso questa quinta edizione del World Forum sulla Pace.

Workshop “SONO DIVERSA E UGUALE A TE” di Mariapaola Parma

1

2

4

5

8

7

10

11

12

si 012  si 003  si 004

si 005  si 006  si 007

si 008  si 009  si 010

si 013  si 014  si 015

si 016  si 017  si 018

si 019  si 020  si 021

si 023  si 022  si 026

si 031  si 032  si 028

 

LA COPERTA…

Confidenza del mercoledi mattina…che detto qui su un blog e poi su Facebook fa un pò ridere… Detto questo…

Più passa il tempo e meno capisco con certezza le cose e conseguentemente aumentano le domande, sarà anche per l’Arte terapia sicuramente, che ci fa abitare gli spazi del dubbio.

Una cosa però, stranamente, l’ho capita davvero bene e da almeno quattro anni devo dire.

Arrivo al punto. Curiosi eh??!!

Ho compreso che il workshop “LA COPERTA” di Isabella Bolech​ è un avvenimento straordinario.

Sarà perchè ho partecipato due volte e prossimamente ci scapperà la terza, sarà per il numero di persone che li’ ho incontrato in questi anni, ma soprattutto per il numero più grande di persone interessate che non riescono ad esserci per i motivi più vari.

Vi devo ringraziare perchè ci date la scusa (sarà poi vero?), il motivo e la passione per riproporlo ad oltranza…ovviamente finchè Isabella Bolech si sentirà ispirata!

Quindi tranquilli, c’è posto per tutti e ci saranno ancora occasioni su questi ed altri schermi.

Teneteci d’occhio!

si 004

SETTEMBRE…

Con settembre ripartono le idee, i progetti e la voglia di fare bene.

Progettare secondo un’etica, con il cuore e non secondo il mercato che chiede spesso salti mortali, fuochi d’artificio e la promessa di guarigioni miracolose.

Grazie a voi,

grazie a chi ci segue,

A chi ci permette di continuare a crederci,

a chi si lascia coinvolgere nelle nostre attività.

Grazie a chi si è avvicinato all’Arte terapia e ci permette di continuare a fare il lavoro più bello del mondo.

GRAZIE.

immagini svuota macchina 003